Musica, show cooking, aperitivi, record hop, la parata e la biciclettata “retrò” - Sabato sera il Main live con The Good Fellas

Categoria Comunicati Stampa

Comunicato stampa del 23 maggio 2014

Novara, 23 maggio 2014.  My Sweet Moon Deena – Novara Swing& Boogie, festival dedicato alle atmosfere anni Venti, Trenta, Quaranta e Cinquanta, promosso nell’ambito del progetto “Cultura e aree urbane sistema culturale e Casa Bossi” - Casa Bossi Polo culturale, Programma Ri-costruzione 2014, sostenuto da Fondazione Cariplo, entra nel vivo.

Sabato 24 maggio, giornata centrale della kermesse, infatti, propone un programma più ricco che mai. 

Casa Bossi “si sveglia” sin dal mattino con tanti nuovi appuntamenti. Alle 11.30 un gustosissimo show cooking a cura di Silvia Castelli di Peccati di Gola - corsi di cucina di Roberta Molani. Tema del giorno: il brunch a stelle e strisce; e allora tutti pronti ad assistere alla preparazione di cheesecake, rice pudding, pancake, muffin salati e torte di pane, bacon e spinaci. A mezzogiorno il primo degli aperitivi di My Sweet Moon Deena: naturalmente un “aperoretrò”, organizzato dal Ristorante Pizzeria Very Vintage di Novara. Alle 15 ci si sposta all’Attico delle Arti in Largo Donegani, 5 con lo stage di boogie condotto da Marco Larosa e Francesca Baldini.  Il costo dello stage è di 30,00 euro a persona, per informazioni e prenotazioni stage@moondeena.it. A Casa Bossi però, il festival non si ferma e dalle 16 è aperto il set di trucco, foto, animazione di ballo per i bambini. Alle 18 la casa chiude le porte per prepararsi alla serata, e la festa si trasferisce in centro città con la parata della Dirty Dixie Jazz Band, accompagnata dai Boogiesti Anonimi.

Dopo dieci anni d’esperienza e sperimentazione, la Dirty Dixie Jazz Band (Lorenzo Poletti al  trombone e cori, Daniele Radaelli al banjo, Matteo Erigoni alle percussioni, Massimiliano Montagna asousaphone, tuba) continua a proporre la sua selezione di jazz tradizionale, in modo sempre nuovo. Il jazz di inizio ‘900 è il terreno giusto: melodie accattivanti sono reinterpretate in modo scanzonato, con sonorità potenti ed un’improvvisazione energica che trascina il pubblico, oggi come cento anni fa.  La riscoperta, avvenuta negli ultimi anni, dei balli americani del periodo tra le due guerre si sposa perfettamente con questa musica: la Dirty Dixie ha collaborato con tutte le principali scuole di “danze vintage” del Nord Italia, lavorando alla produzione di spettacoli ed eventi di notevole successo.

Alle 19, Casa Bossi riapre (unica serata con ingresso a pagamento: euro 8; euro 10 con prima consumazione inclusa): Dirty Dixie Jazz Band, Aperòretro, alle 20.30 il record hop con i vinili di dj Bernard e dj Marvin e alle 21.30 il grande live dei The Good Fellas:, la band di Mr. Lucky Luciano, che da oltre 20 anni fa ballare e scatenare appassionati e non.

Correva l’anno 1993 quando il forlivese Stelio Lacchini alias "Mr. Lucky Luciano" guardato a vista dalla sua guardia del corpo, il bolognese Fabrizio Casadei in arte "Bum Bum La Motta" decise di gettarsi a capofitto in quel vortice di swing italo americano che dà origine ai “gangsters dello swing”: The Good Fellas. Un repertorio italo americano che comprende Renato Carosone, Fred Buscaglione, Frank Sinatra, Louis Prima, Lou Monte, lo swing afro americano di Louis Jordan e Big Joe Turner, ed il rock’n’roll di Bill Haley. Brani originali e cover hanno conquistato il cuore delle platee di tutta Europa, e gli ascoltatori di tutto il mondo. The Good Fellas hanno suonato in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Regno Unito, Olanda, Belgio, e nei più importanti festival di musica “Fifties”. Dal vivo lo spettacolo ha il sapore degli show di Las Vegas, nati dallo stile di Louis Prima. Musica, intrattenimento, cabaret, coinvolgimento diretto del pubblico. “I bravi ragazzi" vestono l’immagine accattivante del gangster buono dal doppio petto, come fu quello dell’indimenticabile Buscaglione: una vera istituzione nell’universo swing nazionale.

Il sabato sera, comunque, non finisce qui. Da mezzanotte alle tre del mattino, la festa si sposta al “Mister Babilla” per l’Afterparty insieme a dj Red Moon, fino al cedere delle gambe.

Domenica 25 maggio, ultimo giorno con gran finale per My Sweet Moon Deena. Alle 10.15 si riparte con la “pedalata con la bici del nonno”: ritrovo a Casa Bossi tutti in sella a biciclette d’epoca, e possibilmente vestiti a tema. Un’escursione in compagnia dell’Associazione Amici della Bici di Novara della durata di un’ora, per le vie del centro storico e i baluardi. L’arrivo è previsto a Casa Bossi alle 11.30, dove ad attendere partecipanti e pubblico ci saranno un Aperoretrò e Gigio Bonfanti in …sei nato in Italy!, uno spettacolo dedicato interamente allo swing italiano.

“La Repubblica” lo ha definito “una voce da scoprire”. Nato a Santiago del Cile nel 1976, Gigio Bonfanti ha esordito a 18 anni, vincendo il XVIII Festival della canzone italiana in Cile. Si è formato presso la scuola Pro Jazz di Santiago e ha proseguito partecipando a musical, spettacoli teatrali ed esibizioni live. Nel 2009 ha partecipato con il Coro de los italianos al talent show “Todos a Coro”, trasmesso sul principale canale tv cileno Tvn, classificandosi al secondo posto. Nel 2011 è tornato nella città d’origine della sua famiglia, Milano, con il desiderio di comunicare l'amore per la nostra cultura musicale. A Milano, da marzo 2013 propone lo spettacolo “...sei nato in Italy!” dedicato interamente allo swing italiano, riletto con un tocco di Sudamerica e di bossanova. Da settembre 2013 è membro del Coro Jazz della Scuola civica di Musica di Milano e ha partecipato, come membro selezionato del coro jazz ridotto, allo spettacolo “Il Jazz in Argentina. Bronca Buenos Aires”, diretto dal Maestro Enrico Intra e dal Maestro Giorgio Ubaldi, andato in scena al Piccolo Teatro Strehler di Milano il 7 dicembre 2013 e trasmesso dalla Radio svizzera italiana di Lugano. Lo spettacolo "...sei nato in Italy!" comprende pezzi di Renato Carosone (Tu vo' fà l'americano, Guaglione), Fred Buscaglione (Che Bambola, Eri piccola), Nicola Arigliano, una versione personalmente arrangiata in bossanova di Vecchio Frac di Doemnico Modugno, una in swing di E la vita di Enzo Jannacci e tanto altro.

Alle 15.30 nuovo show cooking, questa volta a tema dolci tradizionali americani: e allora ecco apple pie, muffin dolci, brownies, cookies e tante altre golosità. Alle 16 si torna all’Attico delle Arti con lo stage di Lindy hop condotto da Paola Bruno e Valentina Zippo. Il costo dello stage è di 20,00 euro a persona, per informazioni e prenotazioni stage@moondeena.it.

Alle 17 Casa Bossi torna protagonista con il concerto della Big Band della Scuola di Musica “Vallotti” di Vercelli, un’ensemble composta da cinquanta elementi, il cui repertorio comprende circa 400 anni di storia della musica. 

Un concentrato di energia, vivacità e grande talento, che punta sullo swing tradizionale, ma non solo. Il numero dei componenti e l’abilità agli strumenti assicurano un coinvolgimento assoluto e un’atmosfera perfetta per “My Sweet Moon Deena”. Armonia e bellezza, etica ed estetica, sono alcune delle parole chiave della mission seguita dall’Orchestra. Per My Sweet Moon Deena l’Orchestra ha in serbo un programma tutto da ballare: da “Tintarella di luna”, fino a “Se potessi avere mille lire al mese”, “Bolero”, “Over the rainbow”, “Fox della Luna”, “Go down Moses” e “Ma le gambe”. 

Alle 18 il centro di Novara sarà invaso dalla parata dei Boogiesti Anonimi; animatori dell’intero fine settimana. Il collettivo danzerà e insegnerà i passi al pubblico e ai curiosi. Per chi, dopo My Sweet Mooon Deena, non potrà più fare a meno di vivere a ritmo di boogie sono aperti i corsi dei Boogiesti. Per maggiori informazioni boogiestianonimi@gmail.com).

Lo scatenato gruppo di danzatori condurrà il pubblico alle 19 a Casa Bossi per assistere all’esibizione degli Swinguys con lo spettacolo “All Swing”: gestualità burlesque e swing.  

Il gruppo nasce nel 2003 da un’idea di Philip & Titty. Lo scopo? Far conoscere al pubblico di tutt’Italia lo swing. Nel 2004, insieme ai ballerini Nicola e Chiara Berrettoni, decidono di unire le forze. Entrambe le coppie sono, infatti, Campioni del Mondo di Swing e stile Boogie Woogie. Creano, così, uno show nuovo ed esplosivo caratterizzato da simpatia, allegria, evoluzioni ed energia. Uno stile che mixa l’eleganza della salsa e la grinta esplosiva dello swing: la Salsa Swing. 
Si esibiscono su numerosi palchi in quasi tutte le capitali d’Europa, e poi Puerto Rico, New York, Los Angeles, Las Vegas, Tokio, San Francisco, Honk Kong, Pechino, Bangalore, Colombia, Acapulco, Montreal. Sono Vincitori a Camp Hollywood nella specialità Show Case nel luglio 2007 e premio “Rock the House” per “exceptional performance”. Gli Swinguys sono gli organizzatori dello “Swing Festival Swing Brother Swing”, primo festival internazionale in Italia dello Swing. 

A seguire, l’esibizione con la coreografia nata per il centenario dalla nascita di Frankie Manning e un rinfrescante aperoretrò, prima del record hop, a suon di vinile, di dj Marvin alle 20.30 e del concerto della Moon Deena Swing Band, il gruppo “mascotte” di questa prima edizione, del quale resta ancora misteriosa l’identità, alle 21.30. 

C’è chi mormora si tratti di figure note al panorama novarese, chi invece sostiene siano stranieri provenienti da lontano con un bagaglio musicale tutto da condividere. Quel che è certo è che al pubblico di Casa Bossi, per una serata finale degna di essere ricordata, sono pronti a regalare note firmate da una personale cifra stilistica, composta da ironia e divertimento. Rocksteady, Swing, Rock' n' Roll: un repertorio coinvolgente, originale, colorato e vivace;  perfetto, insomma,  per condire una notte di balli sfrenati.

Un ultimo record hop saluterà la prima edizione della manifestazione più swing della città, alle 23 con dj Red Moon.

My Sweet Moon Deena è anche mercato del vintage con vendita di abbigliamento, accessori, arredamento e oggettistica per appassionati e curiosi; bar e stand gastronomici e bancone “old style” saranno pronti a ristorare i ballerini e servire bevande e golosità, un carretto dei gelati per tornare bambini, e crepes, fritture streetfood e tanti altre delizie. Per portare con sé un ricordo indelebile del festival saranno allestiti una postazione di trucco, parrucco, nail art e un set fotografico per farsi immortalare in perfetto stile retrò. E a proposito di fotografie l’Associazione Cultura Manutenzione Straordinaria di Novara sarà l’”occhio” ufficiale della manifestazione e realizzerà un workshop di fotografia proprio durante i tre giorni del festival. Le foto scattate durante la manifestazione verranno poi valutate da una giuria di esperti e raccolte per l’allestimento di una mostra (per informazioni www.manutenzionestraordinaria.com).

Un fine settimana in cui lasciarsi andare e abbigliarsi, acconciarsi, scendere in pista e sognare un passato fatto di storia, cultura, tradizioni che si sanno inserire perfettamente nel presente

E per chi, anche all’ultimo, arriva da fuori Novara, l’agenzia di viaggi StopOver ha organizzato vantaggiosi pacchetti My Sweet Stay, collegati alle giornate di stage (per informazioni gruppi@stopoverviaggi.it).

My Sweet Moon Deena è ideato e organizzato dal collettivo dei Boogiesti Anonimi coordinato da Massimo Dellavecchia della 121eventi, in collaborazione con il Comitato d'Amore per Casa Bossi e con il patrocinio del Comune di Novara.